vai al contenuto. vai al menu principale.

Il comune di Asigliano Vercellese appartiene a: Regione Piemonte - Provincia di Vercelli

Storia

Il toponimo deriva dal gentilizio latino ACILIUS, costruito attraverso il suffisso prediale -anus, e viene attestato fin dal 999 come "Asiliano", o nella variante "Axiliano", in un diploma con cui l'imperatore Ottone III conferma il possesso dell'area alla chiesa eusebiana. Le sue vicende storiche sono strettamente legate a quelle del castello, le cui prime notizie risalgono al X secolo. La sua giurisdizione era affidata alle famiglie dei Bondonni e dei Tizzoni e fu coinvolta negli scontri fra Giovanni del Monferrato e Gian Galeazzo Visconti. Nel 1217 i marchesi di Monferrato, che mal tolleravano la presenza di un così importante castello, riuscirono a espugnarlo. Nel 1243 fu coinvolta negli scontri tra guelfi e ghibellini che videro questi ultimi vittoriosi e verso il 1400 passò sotto la giurisdizione dei Savoia. Amedeo VIII restaurò e rafforzò il castello ma oggi di questa fortezza resta solo il muro e una parte della torre cilindrica. Nel XVI secolo il castello e la chiesa parrocchiale di Maria Santissima Assunta, che si trova nel perimetro fortificato, furono danneggiati dall'artiglieria delle milizie imperiali. Ora il sito ha un interesse solamente archeologico. La sua storia seguente non evidenzia avvenimenti di particolare rilievo. Tra i monumenti di maggior pregio storico-architettonico, oltre alla parrocchiale dell'Assunta e al castello, va menzionata la chiesa di San Vittore, situata presso il cimitero e risalente al XV secolo. Durante la seconda guerra mondiale, nel corso di alcuni lavori, al suo interno fu trovato un affresco denominato la Madonna del latte (XVI secolo).
(Tratto da: ITALPEDIA)